top of page

STORIE E CUCITO.



PREGO, PREGO...venite avanti, c'è ancora posto.

Bene, prima di iniziare con il corso di cucito, lasciate che riprenda un attimo il filo...

Maximilien, so che stai lavorando a romanzo storico, come procede? Come ti pare stia andando?

Uno stallo in Francia nel 1793 dici...capisco.

Poi vediamo insieme con calma se riusciamo a uscirne senza perdere la testa.

Janis, la tua autobiografia? Non sai se parlare apertamente della tua relazione con Jimi? Onestamente non vedo motivi per non dirlo, anzi. Non sentirti mai e poi mai oggetto di giudizio, poi non sentirti mai sola, c'è molta gente che ti ama. Se proprio non te la senti, invece che sulla tua autobiografia possiamo lavorare a un memoir.

Dan, John, la sceneggiatura a quattro mani? Per favore ripetetemi un po' quel dialogo, come faceva?

Jake: Ah! Ti prego, non ucciderci! Ti prego, ti prego, non ucciderci! Lo sai che ti amo, baby! Non ti volevo lasciare! Non è stata colpa mia! Ex-fidanzata di Jake: Che bugiardo schifoso! Credi di riuscire a cavartela così? Dopo avermi tradito?

Jake: Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!

Perfetto...questo dialogo è perfetto in modo assurdo.

Marylin, come procede il tuo romanzo? Lo dico sinceramente, credo che la tua storia sia una delle più passionali, dolorose e romantiche di sempre.

Louisa, tutto bene con i tuoi racconti? Capisco...trasmettere emozioni e mantenere il controllo di noi stesse non è semplice.


E tu? Non stare in disparte, dov'è il filo della tua storia?


12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Commenting has been turned off.
bottom of page